TORNA ALLE MATERIE

Coreografia Digitale

CODICE: ABTEC38

CREDITI FORMATIVI: 5
CORSO: ADT

ORE: 50
ANNO: III

Obiettivi formativi

Obiettivo del corso è la ricerca di una metodologia di lavoro tra teatro, danza e video: lo spazio inteso come scena della rappresentazione e il rapporto con il corpo del performer/attore. Il corso è pensato come un percorso completo e ben articolato, le ore a disposizione saranno equamente distribuite tra lezioni teoriche frontali e la pratica, che investe il campo delle arti sceniche, improvvisazioni, studio e riadattamento di testi, e il campo tecnico del video e delle discipline digitali, riprese, montaggio, applicazione di effetti video e di sistemi informatici interattivi.
Ogni allievo sarà seguito e sostenuto nella realizzazione di uno screenchoreography di un minuto che ha come scenario la città di Pisa. Parallelamente a questo compito personale, finalizzato al superamento dell’esame finale, sarà sviluppata una ricerca di gruppo sul tema della paura, realizzata attraverso una coreografia video non lineare e generativa. Lo scenario è sempre Pisa, l’obiettivo raccontare la città in maniera non convenzionale.
Il lavoro ha pertanto lo scopo di formare gli allievi sotto un profilo multidisciplinare, di potenziare le capacità performative e creative sulla crossmedialità delle nuove tecnologie digitali.

Programma del corso

Il corso di cinquanta ore ha lo scopo di esaminare le relazioni tra arte coreutica, performance e nuove tecnologie, attraverso un approccio storico, teorico e applicativo.
Sarà analizzato il linguaggio video nelle sue possibili declinazioni creative, dal progetto video monocanale alla videodanza, si lavorerà pertanto sul corpo e sul movimento, e su come trasformare questi elementi vitali, tipici della presenza teatrale, in elementi visivi, immateriali, contaminando il teatro con l'uso del video, e portando nel video qualcosa del linguaggio teatrale.
Attraverso l’analisi e la visione di opere di artisti, da Cunningham a Parreno
saranno analizzate le dinamiche tipiche della videodanza, dalle influenze esercitate dalle avanguardie artistiche fino alle più innovative realizzazioni, coreografie pensate solo per lo schermo e per il linguaggio video che trovano applicazione nei più recenti prodotti per il mondo della pubblicità, del videoclip e della moda.

Bibliografia


La scena digitale, Nuovi media per la danza di Armando Menicacci, Emanuele Quinz, Marsilio Editori

La musa dello schermo freddo, Videodanza, computer, robot di Elisa Vaccarino, Costa & Nolan

Frammenti d'immagine. Scene, schermi, video per una sociologia della sperimentazione di Alfonso Amendola

Neodrammatico digitale. Scena multimediale e racconto interattivo Antonio Pizzo (online)

Bill Viola, vedere con la mente, vedere con il cuore di Valentina Valentini

Le arti multimediali digitali. Storia, tecniche, linguaggi, etiche ed estetiche del nuovo millennio, Andrea Balzola, Anna Maria Monteverdi, Garzanti Libri, 2007

Nuovi media, nuovo teatro di Anna Maria Monteverdi, Franco Angeli, 2011

Dispense a cura del docente