TORNA AL BLOG

Chi 🅰🅻🅼🅰 fa… PROGETTAZIONE MULTIMEDIALE

Quattro chiacchiere con i docenti dell’Alma Artis


Chi 🅰🅻🅼🅰 fa... PROGETTAZIONE MULTIMEDIALE

Oggi abbiamo intervistato per voi Andrea Brogni, Direttore Scientifico dell'Accademia e docente di Progettazione Multimediale. Gli abbiamo posto le nostre  🅰🅻🅼🅰🅳🅾🅼🅰🅽🅳🅴 per aiutarvi a conoscere meglio lui e la sua materia di insegnamento.

🖋️ Parliamo di Progettazione Multimediale, di che cosa si tratta?

Il corso di Progettazione Multimediale cerca di insegnare agli studenti il processo di progettazione nella sua completezza: dall' elaborazione dell'idea alla definizione delle cose da fare; da chi fa cosa e quando, a quali attrezzature servono. La progettazione prevede molte fasi che possono sembrare lente, ma che in realtà accelerano la parte operativa. Nel corso c'è una parte pratica, in cui gli studenti possono scegliere i progetti e svilupparli fino alla fine.

progettare grafica multimediale

Una parte del corso è poi dedicata alla comunicazione del progetto. La presentazione avviene in forma sia scritta che orale;  entrambi i test sono fondamentali per acquisire al meglio il metodo che permetta di "vendere" il nostro progetto in maniera ottimale.

comuinicare il progetto

 

🖋️ Che cosa rappresenta per te?

Considerando che un progetto è dato da una parte progettuale e una realizzativa, penso che la prima sia senza dubbio la più importante, fondamentale per un ottimo conseguimento della fase successiva, che in questo modo diventa meno complessa.

Per me, progettare sistemi multimediali significa unire tecnologie e idee, persone e aspetti psicologici, competenze ed obiettivi diversi. La mia esperienza in ambito di Realtà Virtuale mi ha insegnato a vedere il progetto come una grande blocco complesso che può essere diviso in piccole parti più semplici.

Nel corso degli ultimi decenni il campo multimediale si è ampliato enormemente: foto, video, proiezioni sui palazzi, cellulari con social interattivi e app di realtà aumentata. Tutto è facilmente accessibile, e spesso anche utilizzabile attivamente da chi non ha competenze tecniche di altissimo livello.

In una frase, la progettazione multimediale per me consiste nel riuscire a capire quale tecnologia serve per un determinato scopo, senza pensare che la scelta giusta sia sempre la più costosa e complessa.

social media mix

🖋️ Quali sono le prospettive occupazionali relative a questo settore?

Qui in Accademia, Progettazione multimediale è una materia che insegna un metodo di lavoro. Le competenze che si acquisiscono sono utili in tutte le aree specifiche dell'Accademia. Proprio per questo, i progetti non sono definiti, ma lascio che il singolo studente proponga il suo progetto di fotografia, di video, di animazione o sito web, senza limiti. Mi piace che coloro che si approcciano a questa materia siano in grado di sviluppare il processo e la flessibilità della progettazione, mentre il dettaglio tecnico è comunque "esplorato" in altri corsi.

Chi è in grado di progettare e vedere più lontano degli altri è sempre richiesto, in tutti gli ambiti. Saper gestire un processo creativo dal nascere è una delle soft skill più richieste, come quella di lavorare in gruppo e di coordinarsi.

Un progettista multimediale, che conosce diverse tecnologie ed ha competenze trasversali quali fotografia, grafica, video o sistemi multimediali,  è in grado di interagire con professionisti di ambiti diversi, ponendosi come figura importante in ogni produzione. I sistemi multimediali ormai sono divenuti la più comune forma di comunicazione e rappresentazione, che sia per un processo artistico o aziendale, quindi la possibilità di inserirsi in progetti diversi è ampia.

 

🖋️ Qual è un'opera, un' icona, o una fonte di ispirazione e riferimento per chi vuole avvicinarsi a questa professione?

L'idea di Realtà Virtuale è stata in assoluto quella che mi ha attirato di più, perché l'ho sempre vista come una cosa lontana e forse impossibile da raggiungere. Gli effetti speciali dei film, le riviste come Wired e National Geographic mi mostravano immagini meravigliose, ricostruzioni grafiche e tecnologie che mi sarebbe piaciuto saper realizzare!

materia Progettazione Multimediale

Ho avuto poi la fortuna di incontrare nel mio cammino lavorativo spesso persone visionarie e ispirate, che mi hanno sempre spinto a provarci, senza fermarsi alle prime difficoltà e soprattutto senza frenare la fantasia.

 

Bonus: Due film o opere che ti hanno appassionato...

- Il gabbiano Jonathan Livingston (1970), libro di Richard Bach.

- Blade Runner (1982), film di Ridley Scott.

Chi 🅰🅻🅼🅰 fa... PROGETTAZIONE MULTIMEDIALE